Type and press Enter.

Il mio Pitti 93

Ogni volta è come la prima volta. Pitti Immagine Uomo ’93.

Partito da Roma alle 8:00 di martedì 9 dicembre, arrivo a Firenze alle 10:20, ho solo due giorni e voglio approfittare di ogni istante, dunque passo al volo in Hotel, localizzato in centro città e compongo il mio Outfit per il primo giorno del Pitti Immagine Uomo, che quest’anno sento ancor più mio, in quanto classe ’93.

L’evento Pitti è una delle rare occasioni in cui senti davvero di poter osare in merito allo stile ed agli abbinamenti da sfoggiare. Da quel che ho visto, posso dire che alcuni riescono nell’intento, mentre altri “toppano” un po’, abbracciando un gusto che, personalmente, non riesce ad entusiasmarmi. Chi ci è riuscito, invece, ha colto nel segno il senso estetico della Moda Italiana e del Pitti.

_mg_7778 _mg_7783 _mg_7732

Io decido di indossare per il primo giorno dei pantaloni con micro fantasia blu, un mocassino Doucal’s con frange, maglione a collo alto con mezza zip in lana merino de La Martina, camicia con pattern a righe bianche e blu, abbinata ad una cravatta con fantasia blu, giacca smoking in raso blu, cappotto Bottega Martinese, occhiali da sole del nostro shop online “SaveOne Shop”, catena ai pantaloni anch’essa parte della collezione di Save One Shop, e due pochette, una nella tasca di dietro dei pantaloni ed una nel taschino della giacca.

foto-09-01-18-12-45-07

_mg_7738

Il mio Pitti ha avuto come fulcro lo stand di Bottega Martinese, ben posizionato in un’ala del Padiglione Centrale. Bottega Martinese è un’azienda di produzione abbigliamento uomo per la quale lavorano artigiani italiani che, con estrema attenzione alla scelta dei migliori tessuti, compongono capi dalla bellezza disarmante. Ho inoltre rafforzato i rapporti di collaborazione commerciale con “Doucal’s”, una azienda Made in Italy focalizzata sulla produzione di calzature eleganti. Vorrei citare anche “Stewart”, un’azienda lavoratrice di pelli, che quest’anno ha deciso di abbinare la pelle alla fodera in piuma d’oca, una fodera compressa che permette ai capi di mantenere comunque l’aspetto del classico chiodo in sola pelle.

_mg_7752

 

Durante la prima intensa giornata si è svolto anche l’evento organizzato dallo stand di “Brunello Cucinelli”, un evento pazzesco. A dirla tutta il solo stand ed i capi d’abbigliamento proposti mi hanno fatto venire la pelle d’oca. La bellezza dei tessuti e le scelte stilistiche delle composizioni si incrociano dando vita ad un risultato unico.

Il secondo giorno si è svolto tutto intorno allo stand di Bottega Martinese, abbiamo realizzato grazie ai nostri ed ai loro fotografi, una serie di scatti per i cappotti della nuova collezione. L’entusiasmo era alle stelle ed hanno avuto una grande attenzione nei miei confronti, per la quale gli sono molto grato.

foto-10-01-18-16-43-36foto-10-01-18-17-01-45

 

Sono stato protagonista di un’intervista per una testata giornalistica della quale non posso citare il nome, in quanto gli articoli saranno disponibili solo nei prossimi giorni. Posso dire, infine, che si è trattato di due giorni lunghi ed intensi, carichi di emozioni. I miei occhi sono ancora pieni delle varietà di stili incontrati. Tutti diversi. Tutti bellissimi. Sono soddisfatto anche quest’anno dell’esperienza fatta e delle prospettive che ha aperto a me ed al mio lavoro.

Andrea

foto-09-01-18-15-48-27 foto-10-01-18-16-40-05 _mg_7906

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.